4 min readface Aronne Briviofolder Android 23 May 2017

[TaskerTime] Gestione automatica della geolocalizzazione



Android dispone di tre modalità di Geolocalizzazione, a Basso Consumo, che utilizza solo la rete internet, solo GPS e ad Alta Precisione che utilizza entrambe le tecnologie.

Ovviamente "maggior precisione" implica un maggior consumo di batteria, di conseguenza tendiamo a disattivare totalmente la Geolocalizzazione quando non ne abbiamo bisogno (Android tra l'altro, dalla versione 6.0 ha introdotto un comodissimo tile nel pannello notifiche per far questo).

Così facendo però perdiamo qualsiasi informazione legata alla nostra posizione, come può essere il meteo, le notifiche di Google riguardanti il traffico, a volte addirittura il conteggio dei passi e dei tragitti che facciamo.

La soluzione potrebbe essere quindi quella di impostarne la modalità manualmente di volta in volta, ad esempio attivando la modalità ad alta precisione quando utilizziamo Google Maps e impostando quella a basso consumo altrimenti.

Soluzione però che ci costa qualche tap in più e risulta decisamente scomoda.

E se vi dicessi che tutto questo è facilmente automatizzabile con Tasker?

Tasker gesione geolocalizzazione

Ebbene sì, il tutorial di oggi parlerà proprio di come automatizzare la precisione del sistema di Geolocalizzazione di Android in modo da impostarne un comportamento personalizzato per-app.

Per quasi un anno ho utilizzato il plugin per Tasker Secure Settings che permette di modificare determinate impostazioni di sistema grazie ai permessi di root. Solo ultimamente ho approfondito un altro plugin, AutoTools che, tra le altre cose, permette di modificare queste impostazioni senza root, previo un piccolo comando via ADB per fornirne i permessi sufficienti.

Tasker - gestione geolocalizzazione con root

Innanzitutto avremo bisogno quindi sia di Tasker che del plugin AutoTools. Una volta installato quest'ultimo dovremo fornirgli i permessi via ADB.

Per fare questo dovremo prima abilitare questa interfaccia, acronimo di Android Debug Bridge, che permette di collegarsial dispositivo Android da PC via riga di comando, seguendo questi passaggi:

  • abilitare il Menù Sviluppatore toccando ripetutamente la voce Numero Build (Build Number) nella pagina Impostazioni -> Informazioni Dispositivo
  • abilitare il Debug USB dal Menù Sviluppatore appena sbloccato raggiungibile dalle Impostazioni
  • installare ADB sul proprio PC

A questo punto sarà sufficiente collegare il dispositivo al PC e digitare il comando adb shell pm grant com.joaomgcd.autotools android.permission.WRITE_SECURE_SETTINGS dalla shell.

[ Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina ufficiale dedicata ai permessi di AutoTools ]


Passiamo ora al task vero e proprio che di per se è molto semplice. L'obiettivo è quello di collegare un'azione che modifica la precisione del GPS ad un evento di tipo Applicazione come è possibile vedere nell'immagine seguente.

Tasker - gestione geolocalizzazione senza root

Per quanto riguarda l'utilizzo di plugin in Tasker il procedimento è tale e quale l'inserimento di un'azione "standard", la cui configurazione sarà delegata al plugin.

Nel nostro caso avremo bisogno di un'attività di tipo AutoTools Secure Settings in cui imposteremo la Geolocalizzazione ad alta precisione come task in ingresso per il nostro evento e a basso consumo in uscita.


Nell'esempio riportato avrete notato anche la presenza di azioni aggiuntive non trattate fin'ora. Si tratta di un'opzione che trovo molto comoda e che permette di modificare il timeout del display impostandolo a mezz'ora all'apertura delle applicazioni impostate e ripristinandolo a un minuto all'uscita da queste, in modo da non dover continuamente preoccuparmi di toccare lo schermo per mantenerlo attivo.


android tasker tasker time taskertime location geolocalizzazione root no root
  • Telegram
  • Whatsapp
chat

Commenti